ok - UNO SGUARDO AEREO SULL

UNO SGUARDO AEREO SULL’UMBRIA

Sono state necessarie 240 ore di volo ad una quota variabile tra 1.500 e 4.500 mt per realizzare le 100 fotografie che compongono la mostra “Uno Sguardo aereo sull’Umbria – 100 fotografie aeree di grande formato” di Paolo Ficola inaugurata a Nocera Umbra presso la Pinacoteca Comunale e presentata dal Sindaco Bontempi, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Nocera Umbra, da Arscolor di Perugia e Cagiwart (Carlo, Giuliano e Walter) Promotion in collaborazione con Musei Nocera Umbra.
La mostra, che rimarrà aperta fino al 1° ottobre, ha l’obiettivo di educare la cittadinanza alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio paesaggistico-culturale umbro, incentivando le istituzioni a proteggerlo e valorizzarlo maggiormente. Le 100 fotografie che la compongono sono state realizzate con macchine aerofotogrammetriche ad altissima definizione, stampate su vera carta fotografica di grandi dimensioni ed offrono allo spettatore la possibilità di immergersi nella bellezza naturalistica, nei borghi, nelle città umbre. Tra i vari scorci aerei spicca sicuramente quello della città di Perugia, infiammata dalle suggestive luci del tramonto. Seguono le aerovedute di Nocera Umbra, di Assisi, di Foligno e del suo territorio. Inoltre l’emozione rimane autentica quando Ficola interagisce con i grandi pittori contemporanei: un omaggio a Monet è ad esempio l’aeroveduta della piana di Colfiorito, dove le tracce maculate della vegetazione rimandano alle celebri ninfee del pittore impressionista.
Paolo Ficola è considerato oggi uno dei maggiori esponenti della fotografia aerea e con i suoi lavori, di altissimo valore tecnico, ha saputo rappresentare e divulgare la vista in quota dell’incantevole paesaggio umbro. Nominiamo ad esempio le due mostre allestite a Perugia dalla Fondazione Cassa di Risparmio, che hanno visto l’affluenza di migliaia di visitatori; ancora la mostra ad Assisi visitata da 30.000 persone. Inoltre nello scorso mese di giugno la Camera dei Deputati ha esposto i suoi scatti a Montecitorio. Ricordiamo che è attualmente visitabile fino al 26 settembre una seconda sezione della mostra allestita nell’arsenale di Amalfi. Dopo tale data la mostra amalfitana verrà trasferita a Bruxelles e da qui all’Istituto di Cultura Italiana di Parigi ed in seguito a Tokio. Due mostre particolarissime ed uniche nel loro genere, dunque, ad oggi visitabili a Nocera Umbra e ad Amalfi. Infine Cagiwart Promotion informa tutti i lettori che ai visitatori della mostra nocerina saranno distribuiti gratuitamente Opuscoli dei Parchi dell’Umbria forniti dalla Regione Umbria settore Territorio.

CELESTE BONUCCI

0 shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *