doc1-1

I Tangerine Dream in esclusiva italiana al Dancity Festival

A Foligno torna Dancity, il festival internazionale di cultura e musica elettronica. Tra le novità della prossima edizione, la dodicesima, il cambio delle date: quest’anno, infatti, si svolgerà a fine estate, precisamente venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 agosto. Quello che non cambia, ma sul quale anzi si punta ancor di più, è la dimensione umana del Festival, che prende forma in location storiche e immerse nella splendida natura del nostro territorio. Un’essenza, quella di Dancity, che si esprime nella ricerca e nella qualità della proposta artistica, nelle interazioni con interessanti e compatibili realtà nazionali ed internazionali – proprio quest’anno il Festival celebra 10 anni di collaborazione con la prestigiosa Red Bull Music – e nella valorizzazione del nostro territorio. A tale proposito anche per il 2018 prosegue il progetto Welcome to Dancity, patrocinato dalla Regione Umbria e volto alla promozione di molteplici strutture ricettive del luogo mediante pacchetti comprensivi di ingresso all’evento e pernottamento. Tre giorni di performance, live & DJ set, danza, installazioni: un ricco programma, tra cui spicca senza dubbio il concerto dei Tangerine Dream, la storica band nata negli anni 70 che si esibirà il venerdì del Festival in esclusiva italiana. Considerati tra i massimi esponenti del krautrock, hanno influenzato generazioni di musicisti e lasciato un’impronta indelebile nella musica elettronica, dalla psichedelia alla musica cosmica, dall’ambient alla new age. Un’occasione unica vederli dal vivo nella splendida cornice del Cortile di Palazzo Trinci, venue che ospiterà un’altra figura storica, Suzanne Ciani, artista che durante la sua carriera pluri-trentennale ha collezionato 5 nomination ai Grammy Award, diversi album in studio, numerose colonne sonore, musiche per pubblicità e videogiochi: al Festival proporrà un concerto in quadrifonia. Un altro importante live del venerdì sarà quello nato dalla collaborazione fra il musicista e produttore Burnt Friedman e l’iraniano Mohammad Reza Mortazavi, progetto di cui è recentemente uscito l’EP Yek. Nel secondo giorno emerge il live tra Moritz von Oswald – che torna a Dancity dopo nove anni – insieme al cantante reggae Tikiman e quello di Wolf Müller & Niklas Wandt, di cui è fresco d’uscita il bellissimo disco dalle sfumature etniche Instrumentalmusik. La seconda parte del sabato si svolgerà al Serendipity con tre stage, ognuno caratterizzato da un proprio sound: tra gli altri la presenza di Amelie Lens, una delle figure più accreditate del momento. Anche quest’anno la domenica sarà ospitata in una cantina: atmosfera bucolica e il debutto degli italiani Nu Guinea con una band composta da 8 elementi, con cui presenteranno il loro ultimo e apprezzatissimo lavoro Nuova Napoli. Di grande innovazione il progetto di danza Dust in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria: una performance interattiva in cui il pubblico indosserà una cuffia Virtual Reality e s’immergerà in un mondo in cui scoprire una nuova percezione del corpo, dello spazio e del tempo.

SARA PRESILLA

0 shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *