ok - CAMPUS LICEO SCIENTIFICO

Campus del Liceo Scientifico “G. Marconi”: giochi, sport, arte, inglese e scienza

È stata un vero successo la seconda edizione del campus per bambini dai 6 ai 12 anni organizzato dal Liceo Scientifico di Foligno la scorsa settimana. Il professor Massimo Boldrini, mente ideatrice di questo progetto estivo, ha guidato ben 80 animatori provenienti dalle varie classi della scuola nell’arduo compito di far divertire gli 80 bambini partecipanti al campus. Dai giochi allo sport, dall’arte all’inglese fino alla scienza, il campus è stato l’occasione sia per divertirsi che per fare nuove amicizie.
La settimana di attività è iniziata con la distribuzione ai bambini dell’uniforme ufficiale dell’evento: il cappellino e la maglietta del liceo!
Pronti via e già dal secondo giorno si è cominciato a fare sul serio. I bambini si sono divisi in gruppi, sono stati affidati agli animatori e si sono dedicati alla giocoleria, al baseball ed altri sport per poi passare ad attività più rilassanti come l’arte e l’inglese.
La terza giornata è stata dedicata ad uno sport molto amato a Foligno: il basket. Damiano Ponti e Leonardo Chiacchierini hanno vestito i panni dei coach ed hanno insegnato ai gruppi di bambini le basi del gioco direttamente nel nuovissimo campo del liceo. Tiri liberi, passaggi, sfide singole e due contro due per affinare le proprie capacità e arrivare preparati al momento clou: la partitella amichevole, giocata dai bambini con vero spirito di competizione.
Il giorno numero quattro ha visto la pallavolo dominare la scena. Le animatrici Elena Belpassi e Asia Musco hanno ‘addestrato’, a turno, tutti i bambini, insegnando loro come effettuare semplici scambi, palleggi, i famigerati (e non facili) bagher, le battute e, nei limiti delle loro possibilità, anche le schiacciate. Dopo questa fase di faticoso riscaldamento istruttivo, i partecipanti hanno iniziato a fare sul serio. 8 squadre da 4 giocatori ciascuna si sono date battaglia cercando di eseguire al meglio quanto appreso e provare a conquistare la vittoria finale.
La penultima giornata non poteva che concentrarsi… sui giochi d’acqua. Una particolare sfida ha coinvolto tutti i bambini e gli allenatori: una specie di staffetta, con un bicchiere bucato pieno d’acqua sopra la testa, da versare in un secchio in modo tale da riempirlo quanto più velocemente possibile, prima degli avversari. Divertente, no? Altro giro, altro gioco, simile al precedente, ma con una spugna imbevuta da tenere in equilibrio tra le fronti dei concorrenti e da strizzare al massimo dentro ad un secchio.
Il campus è terminato con una caccia al tesoro incentrata sul tema dello spazio. Dopo aver ascoltato una spiegazione sul funzionamento dei pianeti, i ragazzini sono partiti alla ricerca degli indizi con cui scovare gli animatori, nascosti nell’area del liceo. Una volta trovati, gli animatori facevano disputare ai bambini dei simpatici minigiochi per permettere loro di andare avanti nella caccia ed in più sottoponevano alcune domande proprio sul sistema solare. Una volta data la risposta corretta, i partecipanti conquistavano un tassello del puzzle raffigurante i pianeti e il sole da completare, mano a mano, al termine della gara. Terminato anche l’ultimo gioco, animatori, bambini, genitori e professori si sono salutati mangiando in compagnia.
Tutti i bambini e gli animatori hanno mostrato entusiasmo, partecipazione, voglia di collaborare e di vivere insieme un’esperienza formativa e molto divertente. La seconda edizione del campus del Liceo Scientifico è andata a gonfie vele!

GABRIELE GRIMALDI

0 shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *