vuoto2

Lo spiedo e il pillotto

Il pranzo di Natale è l’ultimo avamposto del patriottismo. Detto così sembra che il corollario contrasti con le aspettative universali che abbiamo riposto nei nostri figli. Eppure si può essere globali rimanendo locali, perlomeno per le feste comandate. Quella di oggi – giocoforza – è la generazione più cosmopolita della storia del Paese. Mio figlio, […]

vuoto2

L’ultimo iPhone

Discorrete, risplendete, gemete, commovetevi, sfogatevi, baciatevi, folignati. Aspirate i fumi del traffico cittadino, andate a vedere il cinepanettone, fate il presepe, leggetevi l’ultimo libro di sonetti di Luciano Cicioni, inforcate le vostre biciclette, fatevi una bella sgroppata lungo il Topino, di notte concedetevi un cornetto da Merendoni, seguite i preziosi consigli del Barbanera, partecipate al […]

vuoto2

Un sorriso inatteso

Ammiro le persone che salutano per prime, anche quando non ci conoscono. È uno degli insegnamenti ricevuti da mio padre che dispensava saluti anche ai clandestini, facendoli sentire a casa loro. Da bambino mia madre mi diceva che porgere il buongiorno non costa nulla, ci eleva qualificandoci agli occhi altrui. A Foligno non tutti sono […]

vuoto2

Il nichilismo gastronomico

La cucina umbra primeggia sulle altre. A stabilirlo è TripAdvisor, le cui recensioni le fanno i clienti dei ristoranti. Nella classifica (che va da uno a cinque) siamo i primi (4.21). Seguono Basilicata (4.16), Toscana (4.13), Calabria, Trentino e Alto Adige. Se prendiamo per buoni i giudizi degli avventori statunitensi, slovacchi, ucraini, russi e canadesi, […]

vuoto2

Poetici abbattimenti

Silenzio, intorno: solo, alle ventate, / odi lontano, da giardini ed orti, / di foglie un cader fragile. / È l’estate fredda, dei morti”. In città è iniziata una campagna di abbattimento delle alberature e siamo solo ai primi tagli. Cosa avrebbe scritto Giovanni Pascoli se avesse visto cadere interi alberi invece delle loro poetiche […]

images

“Lo magnamo o lo incartamo?”

Nella città sfigurata, imbruttita dal cemento e dall’asfalto ci sono luoghi alieni che non vorremmo vedere. Territori in apparenza inciviliti ma che hanno perso il loro genius loci, che vivono un’esistenza separata, una presenza dimenticata, ingabbiata in un’area inaccessibile, osceno sedime di quello che una volta era il vanto di un’operosa comunità. Sono luoghi, questi, […]

vuoto2

Dolcetto o scherzetto?

Se ho capito bene tocca sorbirci anche la fake news che la celtica notte delle streghe fu cristianizzata nella Festa di Ognissanti. Dice che i nostri Santi discenderebbero da Halloween. Nientemeno un sito internet insegna come evitare gli scherzetti: “scoprite tutte le ricette dei cioccolatini strani da regalare nella notte delle streghe cliccando QUI”, cioè […]

images

Gestualità

Sulla piazza di Spello incontro il ragionier tal dei tali. Ha conservato la sicurezza del burocrate di un tempo, sebbene il suo sguardo sveli un velo di mestizia. Dopo una vita spesa al servizio del pubblico è ormai in pensione. Dice che a casa non ci può stare. Così si aggira per la piazza sperando […]

vuoto2

Giggino si dà alla lirica e canta “Che gelida manina”

Ohibò! Nessuno avrebbe immaginato che Giggino avesse una particolare predilezione per la lirica e amasse moltissimo la Bohème di Puccini. Il debutto ufficiale c’è stato, qualche sera fa, da Vespa a Vespa, quando Giggino, parlando del misterioso contenuto del decreto governativo, ha intonato “che gelida manina…”. Ma è stato subito fermato dal Vespone che gli […]

ok - advocatus - Fornelli reazionari

Fornelli reazionari

Tonino Formica, discendente di Angelo, lo è anche dei vari gigiotti di Gualdo Tadino, cochetti di Trevi, amatilli di Foligno e nine di Bevagna. Sì, perché i ristoranti tradizionali del nostro territorio sono scomparsi lasciando spazio alle cialtronerie degli chef sperimentali. Niente più cresce sotto la cenere, pollastri ruspanti, maiali bradi, faraone croccanti e succulenti […]