vuoto2

Poetici abbattimenti

Silenzio, intorno: solo, alle ventate, / odi lontano, da giardini ed orti, / di foglie un cader fragile. / È l’estate fredda, dei morti”. In città è iniziata una campagna di abbattimento delle alberature e siamo solo ai primi tagli. Cosa avrebbe scritto Giovanni Pascoli se avesse visto cadere interi alberi invece delle loro poetiche […]

images

“Lo magnamo o lo incartamo?”

Nella città sfigurata, imbruttita dal cemento e dall’asfalto ci sono luoghi alieni che non vorremmo vedere. Territori in apparenza inciviliti ma che hanno perso il loro genius loci, che vivono un’esistenza separata, una presenza dimenticata, ingabbiata in un’area inaccessibile, osceno sedime di quello che una volta era il vanto di un’operosa comunità. Sono luoghi, questi, […]

vuoto2

Dolcetto o scherzetto?

Se ho capito bene tocca sorbirci anche la fake news che la celtica notte delle streghe fu cristianizzata nella Festa di Ognissanti. Dice che i nostri Santi discenderebbero da Halloween. Nientemeno un sito internet insegna come evitare gli scherzetti: “scoprite tutte le ricette dei cioccolatini strani da regalare nella notte delle streghe cliccando QUI”, cioè […]

images

Gestualità

Sulla piazza di Spello incontro il ragionier tal dei tali. Ha conservato la sicurezza del burocrate di un tempo, sebbene il suo sguardo sveli un velo di mestizia. Dopo una vita spesa al servizio del pubblico è ormai in pensione. Dice che a casa non ci può stare. Così si aggira per la piazza sperando […]

vuoto2

Giggino si dà alla lirica e canta “Che gelida manina”

Ohibò! Nessuno avrebbe immaginato che Giggino avesse una particolare predilezione per la lirica e amasse moltissimo la Bohème di Puccini. Il debutto ufficiale c’è stato, qualche sera fa, da Vespa a Vespa, quando Giggino, parlando del misterioso contenuto del decreto governativo, ha intonato “che gelida manina…”. Ma è stato subito fermato dal Vespone che gli […]

ok - advocatus - Fornelli reazionari

Fornelli reazionari

Tonino Formica, discendente di Angelo, lo è anche dei vari gigiotti di Gualdo Tadino, cochetti di Trevi, amatilli di Foligno e nine di Bevagna. Sì, perché i ristoranti tradizionali del nostro territorio sono scomparsi lasciando spazio alle cialtronerie degli chef sperimentali. Niente più cresce sotto la cenere, pollastri ruspanti, maiali bradi, faraone croccanti e succulenti […]

sf-20121101131546-6

Inaffidabile Tolomeo

Domando le generalità ad un mio assistito: “Risiede a Foligno?” e lui: “No, alla Vescia”, dico: “Certo, in Comune di Foligno”. Lui: “Beh, sì ma sono sempre vissuto alla Vescia”. Scrivo: “Foligno, località Vescia”, via tal dei tali. Mi espone il caso per cui si è rivolto al mio studio rimarcando che Pinco Pallino, l’avversario, […]

mala

Ridateci la “Serpa”

Che nostalgia del vecchio, saggio e anche un po’ umano manipolo di malavitosi locali. Di quelli che bazzicavano le bische e spifferavano alla Polizia in cambio di una promessa e mai mantenuta sorta di immunità; che frequentavano ingenuamente solo determinati bar, così ad una “certa” sapevi dove trovarli e se non ce li trovavi sapevi […]

vuoto2

Mezzogiorno di cuoco

Un gruppetto di veterani borbottanti, ormai senza un preciso partito a cui votarsi, mugugna indicando il palco piazzato a Largo Carducci, intorno al quale s’impernia la manifestazione “I Primi d’Italia”. Il volume della musica disturba i loro vaniloqui da caffè. “È l’ora dei surrogati” dice uno. “Ormai siamo bolliti” replica un altro. “I frascarelli di […]

vuoto2

La Francescana

Sembrava che i partecipanti alla ciclostorica “La Francescana” provenissero direttamente dal passato, mentre invece provenivano dal Belgio, dal Regno Unito, dalla Germania e dalla Francia, oltre che da mezza Italia. L’appuntamento era di buon mattino in Piazza della Repubblica, dove s’era assiepata, in attesa del via, una moltitudine di personaggi ottocenteschi in abiti rigorosamente d’epoca. […]

Skip to content