download (2)

La città possibile

A chi ha memoria della svogliatezza languida (e poco risolutiva) esibita dagli operai del Comune, in questi giorni sarà balzato agli occhi il loro insolito dinamismo. Potano alberi, modellano siepi e asfaltano tratti di strada. Per i maldicenti trattasi di tattica pre-elettorale. Non è così. Nelle coscienze qualcosa è cambiato. Addirittura è stata messa mano […]

download - Copia

Il cerchio magico

Camminatore erudito, vagamente reazionario, irregolare del pensiero che non s’accontenta del suo tempo. Manifesta la concretezza di un conservatore curioso attaccato sì alla tradizione, ma che pratica la disubbidienza. L’ho sentito sollevarsi tante volte contro le egemonie della contemporaneità, come nessuno nella democratica Foligno ha l’audacia di fare. Lo incontro mentre fa sconsolato ritorno da […]

download (1) - Copia

Generi alimentari

Entro e vedo la commessa seduta dietro il bancone con l’aria svagata di chi sta risolvendo parole incrociate in un disordine giovanile e odoroso, che sei mesi prima le era parso rifugio nel prezioso impiego. Il proprietario in camice bianco sta riordinando una teca di mortadelle, salami, salsicce e formaggi stagionati. Alla cassa troneggia la […]

Basilica di San Domenico, Bologna - 2015
True Confessionals - Marcella Hackbardt

Pentitevi, che verrà il giorno delle elezioni

Azzardo una riflessione politico-teologica. Una volta il vescovo, entro il mese di novembre di ogni anno, in accordo con i decurionati del Comune formava una terna di sacerdoti quaresimalisti. La Chiesa considerava indispensabili questi predicatori quaresimali perché, oltre a convincere i fedeli all’assolvimento del precetto di digiuno e penitenza, erano i soli in grado di […]

489921_0140708_sassovivo

Il conoscente (come si cambia per non morire)

Cammina in viale Firenze a testa bassa per non inciampare, il mio conoscente. Me lo ricordo vestito da comunista, se così si può dire, quando ancora nella Foligno dei conti squattrinati non erano i conti (in banca) a fare la differenza, ma le sfilate di moda offerte agli studiosi del costume seduti ai tavoli del […]

vuoto2

Breve indignazione (politicamente corretta)

Via Oberdan. M’affaccio dal balcone del mio studio per assistere alle prove generali di primavera e m’accorgo della processione di ragazze che entrano da Walter & Chiara. Non c’è miglior barometro della donna quando va dal parrucchiere. Le seguono trafelate due attempate signore in tailleur, che parlano ad alta voce senza economizzare negli aggettivi, addirittura […]

Foligno

Il crostino amaro

Spiace che l’amico sindaco si sia dispiaciuto. Perlomeno a giudicare dalla sua risentita risposta apparsa inaspettatamente sulla mia pagina Facebook. Spiace, ma non mi rimangio una parola di quanto scritto nel precedente articolo intitolato “La parodia”. Niente di personale contro l’Amministrazione uscente, ma l’accrocco con la Coop cade nel periodo meno opportuno, perché – a […]

zuccherificio-foligno-1

La parodia

Fumata bianca dalla ciminiera dello Zuccherificio, mozza quanto volete ma restituita alla primigenia funzione, quella di esalare fumo negli occhi. Ma ‘stavolta l’esalazione è solo metaforica. Non inquina, se non il giudizio degli elettori che s’accingono alle urne. Tuttavia una pietosa raffica di tramontana ha portato un po’ di chiarezza, se è vero che il […]

345_001

Il rispetto dei luoghi

Da via Franco Ciri, dove ho trascorso la mia adolescenza, osservavo passare l’acqua torbida sotto il ponte. Seguivo con lo sguardo i vortici della piena che portavano giù da Nocera e da Valtopina detriti, tronchi divelti e carcasse di animali per depositarli, mano a mano che l’acqua si ritirava, lungo la ripa del fiume o […]

san-feliciano-2015-foligno-1

Sigismondi superstar

Siamo un paese impaurito. Stanco, stremato. E questo spaventa davvero. Oggi la politica fa leva sulle paure, vere o percepite. Per questo motivo il messaggio ai politici di Sigismondi, fatto nel giorno della festa del Santo Patrono, suona come una sveglia che ci desta, finalmente da un lungo letargo. Quello dell’indifferenza. Il nostro Sigismondi è […]

Skip to content