zuccherificio-foligno-1

La parodia

Fumata bianca dalla ciminiera dello Zuccherificio, mozza quanto volete ma restituita alla primigenia funzione, quella di esalare fumo negli occhi. Ma ‘stavolta l’esalazione è solo metaforica. Non inquina, se non il giudizio degli elettori che s’accingono alle urne. Tuttavia una pietosa raffica di tramontana ha portato un po’ di chiarezza, se è vero che il […]

ok - folignocamminarobtesta - Copia

Torna Foligno Cammina

Camminare fa bene alla salute. Meglio ancora se fatto insieme ad altre persone. Tutti lo sanno, ma molti, per mancanza di tempo e voglia, non hanno possibilità di andare a passeggiare. È anche per loro che a Foligno è nata una realtà che fa delle passeggiate serali in gruppo il suo marchio di fabbrica: ‘Foligno […]

download

Verso il voto amministrativo. Ancora confusione su tutti i fronti

Parliamo di politica? Parliamone perché, per le formazioni in lizza, è già tempo di semina. Nei vari orticelli cittadini si sta zappando il terreno ma, a parte qualche caso, per vedere i germogli occorrerà ancora qualche settimana. In verità c’è ancora molta confusione in giro e anche se i giochi sembrano ormai delineati, non si […]

download

Ex Zuccherificio, l’analisi dell’accordo punto per punto

Giovedì 7 febbraio il Consiglio Comunale è chiamato ad esprimersi sull’accordo fra Comune e Coop Centro Italia circa l’annosa questione dell’Ex Zuccherificio. Un accordo conclusivo o un rinvio a dopo le elezioni?   Davvero basterà una stretta di mano e un accordo fra Comune di Foligno e Coop Centro Italia per risolvere l’ultradecennale caso dell’ex […]

cencisd-1000x600

“Non abbiate paura”. L’insegnamento di Leonardo Cenci

“In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore rimane solo; se invece muore produce molto frutto” (Gv. 12,24-26). Questo versetto del Vangelo mi fa pensare alla vita di Leonardo Cenci, a questi sei anni spesi, dalla scoperta del tumore, testimoniando l’amore per la vita, intessendo relazioni […]

345_001

Il rispetto dei luoghi

Da via Franco Ciri, dove ho trascorso la mia adolescenza, osservavo passare l’acqua torbida sotto il ponte. Seguivo con lo sguardo i vortici della piena che portavano giù da Nocera e da Valtopina detriti, tronchi divelti e carcasse di animali per depositarli, mano a mano che l’acqua si ritirava, lungo la ripa del fiume o […]

Skip to content