Un dono speciale per la città di Foligno

Mons. Betori dona alla Cattedrale di San Feliciano la scultura di Sant’Emidio realizzata da Cody Swanson

Cody Joseph Swanson, scultore, è nato a Minneapolis, Minnesota, nel 1985.
All’età di 18 anni si è trasferito in Italia per studiare Scultura presso l’Accademia delle Belle Arti di Firenze, dove ha insegnato per alcuni anni successivamente al diploma. Nel 2010 ha ottenuto un Master di Primo Livello in “Architettura, Arti Sacre e Liturgia” presso l’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum” di Roma. Seppur molto giovane, Cody Swanson già vanta un eccezionale percorso di studi e un notevole bagaglio di esperienze professionali.
Attualmente vive e lavora a Firenze, città particolarmente cara all’artista, in quanto nella stessa ha ricevuto il Battesimo per mano di Mons. Giuseppe Betori. Recentemente, proprio l’Arcivescovo di Firenze, S. Ecc. Giuseppe Betori, ha conferito a Cody l’onore di realizzare una scultura raffigurante Sant’Emidio, Vescovo di Ascoli, santo protettore contro il terremoto. La scultura di gesso, alta 4 metri, raffinatissima ed estremamente espressiva, è stata donata da Mons. Betori alla Cattedrale di San Feliciano ed è stata ricollocata, sotto gli occhi attenti e soddisfatti del parroco Mons. Giuseppe Bertini, nella nicchia adiacente alla sacrestia, proprio sopra l’ingresso laterale. L’artista è rimasto profondamente conquistato dal carisma di Sant’Emidio, martire inamovibile nella Fede. Sant’Emidio nacque nel 273 d.C. in una famiglia pagana. Contro il volere dei suoi genitori, si convertì giovanissimo al Cristianesimo; la sua fama di guaritore destò presto l’interesse di Papa Marcellino che ordinò Emidio Vescovo di Ascoli. Ad Ascoli, il prefetto Polimio, autore di dure repressioni contro i cristiani, lo credette la reincarnazione del dio Esculapio, e gli chiese di offrire sacrifici agli dèi, promettendogli in matrimonio sua figlia Polisia. Il Santo non solo rifiutò di fare offerte agli dèi, ma addirittura convertì Polisia alla fede cristiana e la battezzò nelle acque del fiume Tronto. Per questo motivo Polimio lo condannò alla pena capitale. Cody Swanson ha scolpito Sant’Emidio nell’atto di battezzare la giovane Polisia, con estrema accuratezza ed eleganza.
Cody spera che il frutto del sul lavoro darà gloria a Dio riflettendo la Sua verità nel cuore di molti. Sicuramente nel cuore dei folignati, che ringraziano Mons. Betori, illustre e amato concittadino, per il gradito dono offerto loro.

© Gazzetta di Foligno – FRANCESCA FELICETTI

GAZZETTA DI FOLIGNO - © RIPRODUZIONE RISERVATADownload PDF

1 comment for “Un dono speciale per la città di Foligno

  1. 02/01/2012 at 14:28

    Ci permettiamo di creare un link a questo articolo sul nostro blog

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *