IMG_1441

Batteri killer all’Ospedale

Ricoverato per reumatismi e cataratta muore cinque mesi dopo per shock settico: al San Giovanni Battista di Foligno il grave problema delle infezioni ospedaliere attraverso il caso di un 64enne folignate. Un’anziana ricoverata per demenza senile è finita in isolamento dopo aver contratto due gravissime sepsi.

Ricoverato sette volte al San Giovanni Battista di Foligno per una serie di patologie non gravi (spondiloartrosi, dolori reumatici, cataratta e bronchite cronica) è morto 5 mesi dopo, dopo essere stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Perugia. Una setticemia diffusa la causa della morte, avvenuta per aritmia ventricolare: ad uccidere il 64 enne folignate (F.E. le iniziali) una osteomielite vertebrale da Staphylococcus aureus meticillino-resistente, come ribadito nella perizia medico-legale accolta dal giudice per le indagini preliminari Federica Fortunati che ha archiviato l’indagine a carico di sette medici del San Giovanni Battista di Foligno poiché agirono tempestivamente attivando le necessarie procedure del caso. “Le infezioni ospedaliere sono la complicanza più grave e frequente dell’assistenza sanitaria” avevano spiegato i periti del Gip, evidenziando come il San Giovanni Battista non facesse eccezione rispetto ad una generale casistica di contaminazione negli ospedali italiani…

FEDERICA MENGHINELLA

TI INTERESSA QUESTO ARTICOLO?
ABBONATI ALL’EDIZIONE DIGITALE O CARTACEA
CLICCANDO QUI

OPPURE CERCA LA GAZZETTA DI FOLIGNO IN EDICOLA

0 shares
  1. Daniela
    8 giugno 2019

    Sono stata ieri nel Reparto di Medicina e Pneumologia. Ho qualche problema immunitario. Ero lì per parlare con una dottoressa. Ho sentito una paziente urlare. La porta era aperta. Sono entrata per aiutarla…. stavo per spostarla, buttarle il cibo e fare quanto mi stava chiedendo… poi ho avuto una strana sensazione e sono andata a chiamare aiuto. Mi hanno detto che non sarei dovuta entrare e che era in isolamento a causa di batteri resistenti ai trattamenti antibiotici. Vorrei capire… ma la porta non dovrebbe essere chiusa? Dopo mi hanno detto che potevo andare a casa senza preoccuparmi. Ecco il punto è… vorrei stare serena. Io ho una situazione immunitaria un po’ diversa da un soggetto perfettamente sano. E poi, cosa più molto molto più importante ho una bambina. Ho tanta paura e basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content