download - Copia

Parlare all’eternità

Non ricordo più in quale anno, ma prima che diventassimo amici tremavo all’idea che lui – immancabile lettore dei miei articoli benevolmente ospitati da un giornale locale – mi mettesse con garbo sotto agli occhi un mio pezzo segnato con un lapis rosso e blu a tutti gli anglismi, a tutti i punti e virgola […]

download - Copia

Falchetti e piccioni

Intorno a lui c’era molto interesse, non ancora da parte dei piccioni ma dei tifosi del Foligno Calcio, che comunque con i pennuti hanno sempre avuto a che fare. Quando arrivò in città, non ricordo che anno fosse, mio padre era presidente della squadra militante in serie D. Fu acquistato dal Siracusa sebbene sua patria […]

download

Una sfera in esclusiva

Apprendo da social-media, dove si dibattono gli aspetti cruciali riguardanti la nostra città, che alcuni folignati sono indispettiti perché Firenze ci avrebbe ricopiato la notevole palla rossa piazzata in cima al Corso. Per chi non l’avesse notata parliamo di quella sfera illuminata che campeggia al posto di Spelacchio, proprio davanti all’edicola di Porta Romana. Se […]

download (1)

Più chiome, meno cemento

Può capitare, e capita, che chi è preposto al bello cospiri al brutto. Ma di questo facciamocene una ragione. Ciò che non dobbiamo tollerare è che si cospiri contro il verde cittadino senza programmare l’avvicendamento degli alberi abbattuti. Dei cinque tigli brutalmente spianati in via Oberdan, a distanza di molti anni ne è ricomparso solo […]

ok - Picuti concerto - Copia

Musica per la città, tra rimbalzi e improvvisazioni

Cantava Massimo Bagnato: Semo gente de Foligno, semo fatti cuscì…. Sbarchiamo il lunario negandoci il meglio della vita, costantemente bersagliati da una cultura pauperista, amministrati, da decenni, da rappresentanti appena capaci di decidere sulle polveri sottili. Per non parlare delle iniziative culturali, che oscillano tra propositi inattuati ed eventi dozzinali. Tuttavia il concerto pianistico a […]

images

I tatuaggi tribali

Via Oberdan, sotto il mio studio. Madre e figlia escono dal parrucchiere. Poso lo sguardo sull’incarnato roseo dell’adolescente deturpato da frasi in cirillico e fregi floreali, segni di una dimensione fenomenologica che caratterizza la nostra travagliata contemporaneità. È proprio vero che certi tormenti corporali costituiscono l’ermeneutica più adeguata per una lettura dei tempi. La zelante […]

download (1)

Una cenetta stucchevole

Riferisco quanto ho visto senza aggiunte od omissioni. In un noto, ma non notevole, ristorante alla moda di Foligno m’imbatto in vicini (fin troppo) di tavolo non esattamente gradevoli; di tanto in tanto persino tracotanti per l’inconfessata necessità di volersi impadronire di una certa qual distinzione, faticosamente appresa sfogliando chi sa quale manuale di galateo […]

download - Copia

Il segno dei tempi

Leggendo i “Taccuini” di Cesare Pascarella apprendo che il Topino, all’altezza del Ponte di Porta Firenze, già il 21 giugno 1895 somigliava ad una cloaca. Ma se al poeta romano allora il corso d’acqua si mostrava come un “fiumiciattolo sporco per l’acquazzone di questa notte” (una notte da incubo, scrive Pascarella, per la presenza di […]

download

Piagnistei folignati

Non stracciamoci le vesti se nessun folignate è stato eletto in Consiglio Regionale. Ci sarà tempo per analizzare con attenzione il dato. Piuttosto auguriamoci, come scrive Sergio Fortini sulla pagina Facebook di Stefania Filipponi, che siano stati scelti amministratori capaci. Se è vero che l’Umbria è uno sputo quanto la provincia di Lecce (come sostiene […]

download (1) - Copia

La Rosa dell’Umbria

Vi siete mai domandati come fosse vista nell’immaginario di chi vi transitava la centralissima Foligno prima della guerra? Era considerata tra le città più belle, ricche e civili dell’Umbria. La sua rosa. Dagli abitanti era percepita come una comunità industriosa e mercantile posta al centro di una fertile terra di lavoro. Gloriosi tempi quelli in […]

Skip to content